Diodati"; In previsione delle calamità che si ritenevano imminenti, Paolo, desiderando risparmiare ai fedeli quelle angoscie che in simili circostanze, attendono coloro che hanno famiglia, consiglia celibi e vedove a restar come sono. Solo i miti, solo coloro che sanno di aver bisogno di essere salvati possono accoglierla. scambi tra Europa ed Asia. Anche oggi siamo qui a ripresentare la paura della morte; poi Gesù viene, ci dice "pace", e dà inizio per noi ad una giornata di resurrezione. Quasi tutti i credenti che si accostano alla Comunione di frequente, senza la possibilità di confessarsi spesso, sentono questo problema (sprattutto gli anziani). Può voler dire che abbiamo un amore che va incanalato nella giusta direzione. Ma difficilmente su questa strada avrebbe potuto Ci protegge, oggi, anche Papa Giovanni, di cui ricorre l'anniversario della morte. - E' bello avvertire che siamo coinvolti tutti assieme in una considerazione attuale (vs 1), ma che riflette tutta la nostra storia. Il matrimonio certamente compie questa realtà. Il pensiero sul paradiso del tardo medioevo non dice altro che il paradiso è un'enfasi di quello che è stato fatto sulla terra (Divina commedia). Rendendosi conto dell'oggettiva difficoltà, Paolo non cercava un'intesa vera Il verbo non è al congiuntivo, ma è detto come una affermazione; c'è una condizione ("se lo mantenete"), ma c'è già tutto, non è un'eventualità, ma è la necessità di rimanere. ... Commento su 1Cor 7,29-31 Collocazione del brano Il capitolo 7 della 1 Corinti è dedicato al significato cristiano del matrimonio e del celibato. - vs 19: "mi sono fatto servo di tutti"; è per noi un giudizio severo. - Affidiamo alla intercessione della Madonna la liturgia di oggi, e attraverso la liturgia tutta la nostra vita. - Gesù é stato consegnato ai sommi sacerdoti (Satana?) Paolo non ignora la profezia di Gesù relativa alla distruzione di Gerusalemme. La sua prima accusa : rigonfiano di orgoglio invece di rattristarsi. Ma cos'è realmente la gloria di Dio? = Impressiona la fragilità della situazione. Il tradimento del cristianesimo petro-paolino sta proprio in questo, che non In un certo senso la famiglia è sempre troppo piccola rispetto all'agnello (Pasqua descritta nel libro dell'Esodo), e si deve unire ad una più grande. qualsivoglia natura fosse imminente. 9-5-97 1 Corinti 9, 24-27; Gv 17, 6-11 (Giovanni), Convocazione totale nella "corsa" verso Gesù. Per cui diventa una caratteristica assoluta del mistero cristiano questa introduzione del terzo potere, questa assoluta novità per cui siamo servi gli uni degli altri, e dobbiamo tutti continuamente reciprocamente pagare il debito e non dobbiamo avere debiti con nessuno se non quello della carità vicendevole. C'è anche in Efesini quando, con riferimento al matrimonio, parla dell'amore di Cristo per la chiesa. Dice che l'uomo non può esaminare. stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua." Siamo peccatori ed accettiamo il giudizio del vangelo con pace perchè il Signore ci guarda con compassione. Non è vero che non c’entra la preghiera col sesso! E' importante sapere che c'è oggi un regno di Cristo, che serve a svuotare ogni cosa; e che poi, alla fine, Cristo deve consegnare tutto al Padre. vs 15: intelligenti (nella vulgata usualmente tradotto con "prudenti"): vuol dire illuminati dalla fede e dalla carità. 26-4-97 1 Corinti 7, 1-7; Gv 15, 1-11 (Giovanni- Ritiro Sovere). if (vers=="Bibbia+della+Gioia") la strada estrema di proporre una soluzione "oltremondana" ai problemi Nel vs 52 ritorna lo stesso verbo (trasformare), riferito non più a "tutti", ma a "noi". originario di Marco, che è successivo al 70, ancora non si ha il coraggio di 18 Due esempi reca l'Apostolo, in cui l'accennata regola trovava un'applicazione molto attuale: il primo scelto nel campo della vita nazionale-ecclesiastica, l'altro in quello della vita sociale. C.E.I./Gerusalemme E' un accostamento prezioso perchè ci ricordano Gesù: colui che è rifiutato è strumento di espiazione, cioè è colui che salva. Qui la morte è vinta, e tutto si compie e tutto è offerto e riscattato. - Quello che Gesù fa nel brano evangelico (lavanda dei piedi) esprime in modo perfetto ciò che dice Paolo nella lettera. C'è una parola importante, edificazione, che indica un movimento, un'attenzione, un fine che regola questa assamblea. Oggi si avverte chiaramente che il ruolo prezioso dei santi non è quello di portarci notizie o suggerimenti anche importanti, ma quello di mostraci persona di Gesù. credere in qualcosa che non dava nessuna aspettativa concreta di liberazione. Forse non si dovrebbe insistere troppo sull'idea di compartimenti stagni: siamo un po' tutti apostoli, profeti, ecc. Reggiamo questo vino troppo frizzante? - Notare la svolta che si realizza col testo di oggi. Si deve rispondere in modo vivo, per una ulteriorità. Questo puntualizza che la preghiera è benedizione e ringraziamento, e da questo l'altro viene edificato. Forse con l'eccezione della manifestazione della profezia (14, 24) che può manifestare i segreti del cuore nell'assemblea dei fedeli. col fatto ch'era stato proprio lui in persona ad aver fondato in questa città la Tutte le volte che non esprimiamo il giudizio del Vangelo ci rendiamo rei della morte del Signore.Invece di celebrare il Signore, celebriamo la parte degli uccisori. astenersene, perché più importante della certezza dell'inesistenza degli dèi, è Col marito dice parlare, non profetizzare. finalità di ordine pratico. Chi mai riuscirà a comportarsi La cena eredità del Signore (cc 9-16), Prima Lettera ai Corinti. Il fondamento è dato ed è buono, ma bisogna costruire in modo coerente al fondamento. La regola resta la vita coniugale normale. Cioè il marito (o la moglie) credente non è la fonte della santificazione del coniuge, ma la mediazione per l'opera di santificazione che compie il Signore. Chiediamo perdono per i nostri recuperi amari di violenza, orgoglio e vanità che disturbano l'armonia divina e che vorrebbero umiliare la potenza dello Spirito che è in ciascuno. Il valore di ciascuno è quello di essere un "nudo chicco" che Dio semina. - Il testo pone una domanda delicata: finchè sono in questo mondo, il corpo "psichico" diventa spirito, o no? Gli ultimi versetti dicono che il modo con cui Dio compone il corpo è quello di dare maggiore onore a chi ne mancava. In relazione con quel giudicio sul popolo ebreo, Gesù avea predetto gravi persecuzioni ai cristiani e quella catastrofe Paolo la sapeva vicina come risulta da 1Tessalonicesi 2:14-16. La preoccupazione di Paolo è sottolineare la vocazione comune alla pace. Forse non è solo una questione di ordine comunitario, ma una questione di spirito, di umiltà. d'essere economicamente mantenuto dalle comunità personalmente fondate, eppure, - C’é una parte che facciamo noi ma c’é anche una parte del Signore che tende verso il nostro corpo. collegio apostolico. L'agire cristiano ha sempre una tensione inclusiva: evidenzia il male solo per includere tutti in una prospettiva di resurrezione. - vs 2 "...chiamati ad essere santi insieme a tutti...": non c'è una santità singola, personale, ma una santità di chiesa. - vs 11: noi abbiamo lo Spirito di Dio per conoscere le cose di Dio: queste cose si possono conoscere seguendo il Signore nella mitezza, nella piccolezza, fino alla croce. Le cose iniziano non col capire, ma col fare cose che capiremo dopo e che già abbiamo ricevuto in dono (vedi sia il vangelo che la lettera). Per quanto non sia di sua natura una unione spirituale, il matrimonio per la intimità che stabilisce tra gli sposi non può non esercitare una profonda influenza sulla vita dello spirito. Va enfatizzata solo la signoria di Gesù. affine d'essere santa e di corpo e di spirito. Ci è chiesto di avere uno stupore come quello di un bimbo; c'è molta strada ancora da fare per ciascuno, ognuno lo può vedere nella sua vita. Libero vuol dire liberato dal Signore. Così la vita diventa una vicenda nuziale vertiginosa. La vera differenza è rendersi conto che la profezia è la celebrazione della parola. creduloneria popolare. una filosofia di vita del genere Paolo avrebbe fatto un passo indietro persino «Ma noi aspettiamo, secondo le sue promesse, dei nuovi cieli ed una nuova terra, ove abita giustizia» 2Pietro 3:10-13; Apocalisse 21. terrene come si conviene a chi aspetta prossima la venuta del Signore. Il nostro atto penitenziale, quindi, è su due fronti: dobbiamo chiedere perdono perchè, distratti dagli eventi della vita, non siamo stati col Signore, e perchè non abbiamo saputo accogliere la nostra situazione concreta come grazia di Dio, e ne abbiamo invece fatto oggetto di lamentela. - i vs 28-30 commentano l'ultima parte del vs 27. Ci aiutano le letture di domenica prossima: in 2 Co 5,1 ("Quando sarà disfatto questo corpo...") il corpo è un seme; e diverrà glorioso per la passione di Gesù (le stigmate mostrate nel brano evangelico di oggi). Casa di Preghiera San Biagio FMA (Omelia del 16 Settembre 2014) Commento su 1Cor 12,27 "Voi siete corpo di Cristo e ognuno, secondo la propria parte, sue membra" 1 Cor 12,27 Come vivere questa Parola? 2) Il figliol prodigo: il padre va incontro al figlio e lo bacia: ognuno è fatto strumento di Dio per accogliere il fratello perduto e ritrovato. - Quando si è in contatto con la parola del Signore ci viene messo davanti tutto il quadro della nostra vita. Ed è qui che il cristianesimo inizia davvero ad arrampicarsi sugli specchi e - vs 27: ricorda il cap 6 quando al vs 15 parla del corpo. manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo" (1,7), ma il suo concetto di In tal senso peraltro appare piuttosto ridicolo che Paolo dica ai Corinzi di - La nostra regola oggi parla di "potatura", ed esprime in altre parole quello che il Signore oggi ci dice attraverso la lettera ai Corinti: la destinazione meravigliosa di tutto, la possibilità di tutto, in particolare della creatura sua immagine, di consumarsi in direzione della gloria. Il punto fondamentale è che Cristo è risorto, e che Dio vuole essere tutto in tutti. Con questo testo il Signore vuole farci riflettere sulla nostra vita: essa è una realtà transitoria, per cui dobbiamo comportarci "come se non", per rivolgere il nostro cuore più in alto, al Signore. Questo glorifica ogni corpo malato, deforme debole. Il resto della lettera (specie nei capitoli 12, 13 e 14) va considerato spurio, cioè interpolato da qualche L’amore é il linguaggio di questa consacrazione. Quello che "occorre" quindi, anche al non credente, è ricevere la profezia, che lo può portare alla conversione. versDio=1; In che modo ci si può accostare al vangelo, se non con un senso d'inadeguatezza che porta addirittura al disagio? var nvers = getCookie("nVisVers"); probabile che quel racconto sia stato aggiunto successivamente in questa Gli dei sono le creature del male di cui si parla in Efesini. if (versnome=="Riveduta") Tutte cose che non sono l’argomento che lui porta qua. O che sai tu, marito, se non salverai la moglie? Dobbiamo imparare da Paolo togliendo il giudizio e aspettando con fiducia la nostra lode. Avremo la lode, ma non si può consideralo scontato, perchè non siamo adeguati. Questa "grazia", donata in Cristo, è il termine che avava aperto la lettera (cap 1, vs 4), ed è bello che adesso giunga a Gerusalemme. e tiene a ripeterlo, a scanso di ogni malinteso. else 15-4-97 1 Corinti 2, 10-16; Gv 13, 1-11 (Giovanni). Nè avviene altrimenti al giorno d'oggi, come dimostra la storia delle missioni. tanto meno il memoriale della propria morte la sera in cui avrebbe dovuto Quando si entra in una casa e si vede gente che si vuol bene, si vede subito che c'è qualcuno che ha speso la sua vita per amore. - vs 23: "piacere". Al cap. Nel cap 6 la relazione era fra l'uomo e Dio (il corpo per il Signore, il Signore per il corpo), oggi la relazione è col fratello: uno non deve cercare se stesso, ma l'altro. - il vs 13: ci sono due termini che significano rifiuto e oggetto di espiazione. - Chiediamo al Signore che riempia di consolazione cuori e case. A causa delle sue assenze sono esposti a un certo pericolo e la sua nuova presenza potrebbe aggiustare le cose. Se si ha la morte "di dietro", si può combattere contro ogni tipo di belva tranquillamente. voleva che i cristiani fossero come lui, pronti a sacrificarsi per un ideale, Il Signore è stato glorificato proprio dalla sua immersione nella storia ferita, che non l'ha contaminato. - vs 27 e 29: "parlino in 2 o 3". Noi sperimentiamo la sapienza della croce attraverso la sconfitta di quella del mondo che è in noi. Frase ripresa dal Vangelo per la validità della testimonianza. Fra gli sprezzatori di Paolo in Corinto, ce ne sono che pretendono, nel loro orgoglio, aver il monopolio dello Spirito. L'introduzione del Vangelo nell'antica società pagana fece nascere un gran numero di nuove questioni morali. In questa lettera è costretto a ricordare che per alcuni lui continua a L'azione di Dio è la carità. Sottolinea una duplice impossibilità: lui non ha potuto dare loro quello che doveva dare, loro non potevano prenderlo. Ma se qualcuno vi dicesse: "E' carne immolata Nella Vulgata "datore di vita" è tradotto con "vivificante". Oggi il testo taglia alla radice l'ipotesi di fedi religiose che divengano motivo di insensata divisione. che solo lui torni ad aprirla. assolutamente fondamentale, era naturale per lui aspettarsi obiezioni e Ogni età si trova dinanzi a nuovi problemi. Chiediamo al Signore di vincere tutti gli istinti di orgoglio, vanità e violenza che si annidano in noi. La Messa ci dà il nutrimento necessario, senza il quale abbiamo paura di affrontare la giornata che ci aspetta. profonda di questa resta quella scritta ai Romani, dove però l'esegeta laico ha suoi viaggi, delle regole ferree che si dava. Vuol dire che il Signore è disposto a dare tutto purchè ci sia questa alleanza, questo volersi bene. E' anche importante il fatto che queste famiglie non solo vanno riconosciute, ma ad esse ci si deve sottomettere. Pensando a Gen 3, si può forse dire che ci sono tanti idoli quanti uomini. 29-4-97 1 Corinti 7, 17-24; Gv 15, 18-21 (Francesco), Importanza/non importanza della situazione in cui ci si trova. Il saluto è importante: l'Annunciazione è sostanzialmente un saluto, così pure la Visitazione. dirimere controversie connesse alla proprietà. Ci riferiamo cioè di non aver con donna alcuna, relazione carnale, che d'altronde sono legittime solo nel matrimonio. In tal caso, ella non ha il diritto di contrarre un nuovo matrimonio ed il meglio è ch'ella si riconcilii, ove sia possibile, col marito. La donna maritata è vincolata per tutto il tempo in cui suo marito vive. Solo Cristo non è squalificato e può salvare. La predicazione è una realtà molto vicina a noi (nella Messa), e quindi possiamo avvicinarci anche alla croce. in grande considerazione. Sia Dio a soccorrere ogni nostra incredulità, a restiturci alla grazia della Pasqua, che è la vittoria della vita sulla morte. Gli si domanda dai Corinzi se non sarebbe meglio astenersi totalmente da ogni commercio carnale, ed egli, considerando le cose dal punto di vista della vita superiore dello spirito in cui ha da realizzarsi un giorno l'ideale umano, risponde: Sì: «è bene per l'uomo di non toccar donna». Le vedove sono libere di contrarre un secondo matrimonio, ma saranno più felici se restano così. Questa sciocchezza, che nelle prime comunità post-pasquali serviva Siamo venuti con tutti i nostri peccati e Gesù ci libera, come il paralitico o il cieco nato. if (!vers || (vers!="C.E.I." ss.). Sezione A 1Corinzi 7:1-9 LA REGOLA E L'ECCEZIONE. E' un testo severo, ma orientato. Dentro di noi Dio ha confuso tutte le cose sapienti. Se l'assemblea profetizza, il non iniziato capisce tutto e adora Dio. Con quale materiale abbiamo costruito la giornata di ieri? Infatti l'attributo più importante di Dio è che è padre. - Il canto iniziale (Chi mi darà l'aiuto, Salmo120) ci ha ricordato che l'aiuto non ci verrà mai a mancare perchè Dio è misericordioso. - La storia di Israele è un "tipo" che riguarda tutti, quindi anche noi oggi (vs 6 e 11). - vs. 8 richiama il vs. 6: questo dono è la fedeltà di Dio. - E' un regalo prezioso trovare oggi, verso la conclusione del cap 15, la festa del Sacro Cuore, le cui letture proprie sembrano convergere verso ciò che vuol dirci il brano della lettera. corrotta, tanto che allora, quando si usava l'espressione "fanciulla corinzia", Perciò la primitiva chiesa, compresi gli apostoli, aspettava come non lontana l'apparizione del Signore e Paolo stesso ne parla come d'un evento che poteva succedere prima della sua morte 1Tessalonicesi 4; 1Corinzi 15. - Una donna se vuole essere credente deve essere sottomessa all'uomo che è il segno di Cristo. sconvenienti. Fra l'altro sembra dica che i non credenti non possono profetizzare, cosa un pò sorprendente. importante della vita di Cristo era stata nientedimeno che la sua "morte", Paolo morigerato. Tutto questo è bello perchè ricorda lo stile di Dio, che vuole concedersi a tutti attraverso Gesù. tenessero fermamente. proseguire il suo progetto di liberazione nazionale, si è preferito sostenere Parole potenti queste, ma un caso analogo l'aveva già vissuto Cristo, quando E' ammessa se non ci sono poi nuove nozze. Dobbiamo invece affidarci alla preghiera del fratello che ci è accanto. - La carità non delude perchè l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori. ingiustamente giustiziato, allora non ha più senso lottare per cambiare il C'è una effusione speciale dei doni dello Spirito, ma anche una rinuncia da parte di Paolo di avvalersi dei diritti/poteri perchè la testimonianza di Cristo sia passata come dono, senza contaminazioni di tipo dare/avere. Noi avvertiamo che la nostra vita è chiamata ad una celebrazione sempre più grande e ci dispiace quando vediamo che siamo usciti dalla preziosità di questa strada nuova. Ci sono persone, come Maria di Nazaret e i beati, che sanno bene chi è Dio ed esultano in Lui. Si è di Dio solo se si è liberi. Eucarestia: un banchetto che il Signore ha preparato per i peccatori. E' dunque probabile che ad un certo punto (non sappiamo quando) il rito vero un'interpretazione la più possibile esatta, convincente, su un argomento per il - Viene fortemente sottolineata l'estensione del dono di Dio: lui, Paolo, chiamato (donato); loro, i Corinti, chiamati (donati). else E' come se oggi un cattolico si leggesse il Capitale di Marx Questo poi senza Pietro fosse del tutto ininfluente sia dentro che fuori della Palestina. - Paolo vorrebbe che i Corinti fossero senza preoccupazioni, perchè tutte le preoccupazioni sono non buone. - vs 6: quanto al Padre, direbbe: "dal quale tutto esiste, e siamo verso di lui protesi"; di Gesù invece: "anche noi, attraverso di lui". Celebrazione della nostra condizione filiale fraterna e familiare, contemplazione profonda del bene ricevuto e nel quale siamo stati costituiti. La profezia è un'assemblea dove, dal cuore di ciascuno, emerge quello che la Parola ha donato. Attività Didattiche Sull'amicizia Per Bambini, Meteo Caltagirone Oggi, Santa Lucia Luntana Significato, Jimmy Fontana Andrea Fontana, Nati Il 3 Marzo, Beefeater Gin Wikipedia, Calendario Musei Vaticani 2020, Che Giorno E Sant'alfredo, " />
Fono: +56.9.98787417

prima lettera ai corinzi capitolo 7 commento